Andrea Nesti – calciatore, allenatore e imprenditore

Andrea Nesti – calciatore, allenatore e imprenditore

di Massimo Cappelli

dicembre 2016

nesti-1

Andrea Nesti è un altro personaggio quarratino che ha avuto a che fare col mondo del grande calcio, arrivando, come calciatore, fino alla serie B. Vado a trovarlo con Carlo Cappellini, stimato commercialista quarratino, figlio di Bruno, un altro grande calciatore di qua, che nella prima metà del ‘900 ha giocato nella massima serie, e che abbiamo già raccontato nel numero di dicembre 2015. Andrea ci accoglie nella sua bella casa in Via del Sole insieme alla figlia Silvia, sua secondogenita, nata dopo Chiara, e prima di Paolo. Andrea Nesti, figlio di un imprenditore edile di Agliana, nacque nel 1937 a Corte, in Corsica, dove i suoi genitori erano lì emigrati, poi tornati ad Agliana quando lui aveva solo tre anni. Ha iniziato a giocare a 12 anni nell’Aglianese, partendo dalla categoria giovanile fino ad arrivare alla prima squadra, prima in promozione e poi in serie D.

Dopo aver giocato pochi mesi a Vibo Valentia in Calabria, e a Santa Maria Capo a Vetere in Campania (il suo ruolo era stopper centrocampista) esordì nel 1959 con la Sarom Ravenna, poi passò al Potenza con cui vinse il campionato di Serie D 1960-1961, per cui, l’anno successivo giocò in Serie C. Dopo un breve ritorno al Ravenna, rientrò al Potenza che nel frattempo aveva raggiunto la Serie B. Restò lì quattro stagioni facendo in totale 114 presenze e 2 gol. Quello fu il periodo più bello per Andrea Nesti, perché nel Potenza in quegli anni (ci giocò fino al 1967) ebbe modo di giocare insieme a Franco Carrera, Aldo Agroppi e a Roberto Boninsegna il famoso centravanti di “sfondamento” che in seguito diventò capocannoniere del Cagliari, dell’Inter, della Juve e della Nazionale. Dopo Potenza Andrea si avvicinò a casa, infatti fu acquistato dal Viareggio che giocava in serie D. Insieme a Carlo Cappellini, ricordano con piacere l’aneddoto di quando il Viareggio giocò contro al Quarrata e vinse 3 a 0. Ma quella fu una domenica infausta per la squadra dei viareggini poiché ebbero un grosso guasto al motore del pullman. Nei primi anni Settanta venne a giocare nel Quarrata, dove rimase tre anni concludendo qui da noi, a trentacinque anni, la carriera di calciatore. 

nesti-2

Appena appese le scarpette al chiodo, lo vennero a cercare per allenare il Montemurlo, lì rimase per un periodo breve per poi andare ad allenare l’Aglianese, e fu proprio ad Agliana che conobbe un giovane Francesco Nuti, che dopo poco sarebbe diventato attore e regista di successo. Ma, ci racconta Andrea che non lo faceva giocare molto perché, “Cecco di Narnali”, da giovanissimo, era maldestro e indisciplinato. Dopo l’Aglianese tornò ad allenare il Quarrata. Sempre nei primi anni Settanta, in concomitanza al periodo di calciatore prima, e di allenatore poi, visto il periodo fiorente nel comparto del mobile imbottito, Andrea Nesti diventò imprenditore. Mise su, insieme all’amico di infanzia Graziano Overi, un’azienda di trasformazione gomma servendo molte ditte quarratine. Ci racconta la figlia Silvia, che anche dopo la carriera agonistica, il padre ha fatto sempre molto sport, bicicletta, footing e altro, infatti, chi come me lo vedeva spesso in quegli anni (frequentavamo entrambi il Bar dell’A.C. Quarrata) può ricordare che ha sempre avuto una bella figura, con un bel portamento prestante.

Andrea è sempre rimasto in rapporti di amicizia e in contatto telefonico con i suoi vecchi colleghi Boninsegna, Carrera e Agroppi, con quest’ultimo, negli anni Ottanta quando era allenatore della Fiorentina, riuscì ad organizzare un’amichevole Fiorentina-Quarrata. In un primo momento ci racconta che non fu facile convincere Aldo, ma poi fu costretto a cedere alla insistente richiesta del suo vecchio amico.

nesti-3

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it