Carlo “Charlie” Giannini

Carlo “Charlie” Giannini

di Carlo Rossetti

dicembre 2017

Raccontare Carlo Giannini, in arte Charlie, è compito abbastanza complicato, tante sono le cose che ha fatto, che fa e che farà. Si tratta di un persona poliedrica, dinamica e spiritosa, nella cui mente si annida un intricato mondo di idee che si riversa nella fantasia e nella musica in particolare. Perché è proprio lui che si identifica con la musica, una passione che lo domina e l’avvince, che l’esalta e gli dà vita e che considera al primo posto dei suoi interessi.

Dopo avere strimpellato un poco la chitarra, strumento al quale è legato indissolubilmente e in attesa di trovare una strada lavorativa, a metà degli anni Settanta dà vita a Radio Rombo insieme a Nori Turi, Fabrizio Cecconi e Federico Pazzelli, prima radio privata nella provincia di Pistoia. Ne seguirono altre ma la loro era in testa della provincia in termini di ascolti e tra le prime della Toscana. Fu un vero successo e non c’era luogo, bar o negozio, in cui entrando non si sentisse l’emittente quarratina affidata nella conduzione quasi totalmente alla voce della Nori. Da Radio Rombo attraverso l’intraprendenza di Carlo, passarono nomi noti dello spettacolo come Panariello, Conti, Pieraccioni, i cantanti Ligabue e Pupo e tanti altri ancora.

Nel frattempo Charlie aveva aperto un negozio di dischi in piazza Risorgimento, “Il Pentagramma”, insieme all’amico Stefano Lomi, prematuramente scomparso. Fu un ritrovo di appassionati di musica, di musicisti, di pseudo-musicisti, di quanti insomma amavano la musica. In quel periodo Carlo, radunati alcuni amici, dette vita a una formazione musicale alquanto anomala, “I Tontorum”I componenti suonavano per puro divertimento, rifiutando qualsiasi ingaggio per esibirsi in pubblico. Potremmo dire che fossero i soli e diretti consumatori della loro musica, che insomma “si suonassero addosso”. Carlo intanto, in una stanzetta nel retro del negozio, dava lezioni di chitarra. Aveva affinato le sue qualità anche attraverso l’insegnamento del fratello Gabriele, un vero virtuoso della chitarra, che aveva costituito insieme a tre amici il primo gruppo rock a Quarrata, The Little Jaguars. Purtroppo anche Gabriele se ne è andato, lasciando un vivo rimpianto in quanti lo hanno conosciuto e apprezzato. Ora Carlo, staccatosi “I Tontorum”, suona in vari concerti quando capita l’occasione, a fianco di musicisti di grande esperienza.

E’ stato definito il Paul McCartney di Quarrata, amichevole appellativo che serve a testimoniare la sua grande capacità di polistrumentista. Infatti, anche la tastiera non ha segreti per lui, ma è la chitarra lo strumento con il quale ha più affinità e con cui rivela meglio il suo animo musicale. Vita intensa e variegata la sua anche per il mulinare d’idee che ha in testa come abbiamo detto, tant’è che attualmente insegna musica alla scuola della Banda Borgognoni di Pistoia, uno dei migliori complessi bandistici della Provincia e tiene corsi di chitarra presso il “Top Dance Accademy” di Valenzatico. Charlie e la musica: un grande fidanzamento.

 

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it