Centro di raccolta rifiuti “ECO”

Centro di raccolta rifiuti “ECO”

di Daniela Gori

giugno 2016

_ECO-

Inaugurato il 23 gennaio, il nuovo centro di raccolta rifiuti di via Bocca di Gora e Tinaia a Quarrata, rappresenta il nuovo modo di intendere lo smaltimento, nel sistema della gestione differenziata dei rifiuti nel territorio quarratino. Qui i cittadini possono portare tutto quello che, per tipologia o quantità, non può essere buttato via con il consueto sistema di raccolta porta a porta. Ma qui è anche previsto lo smaltimento della differenziata che il cittadino potrà portare direttamente, 24 ore su 24, senza aspettare i giorni stabiliti come invece succede con la raccolta “porta a porta”. Ogni accesso è registrato dal sistema informatico, perché per usufruire del servizio occorre presentare la tessera sanitaria. 

A distanza di cinque mesi, quali sono i risultati che “l’isola ecologica” ha ottenuto e quanto beneficio sta apportando? I residenti nel comune, quanto si rivolgono a Eco per smaltire i rifiuti?

«Ad oggi (giugno 2016) abbiamo visto che ci sono stati in totale circa 1700 accessi da parte dei cittadini, il che significa una media di circa 400 al mese» informa il sindaco Marco Mazzanti «dunque il funzionamento è buono, perché la gente ha imparato a servirsene. Lo si vede anche dal fatto che gli stessi utenti se ne servono ripetutamente. È anche molto apprezzato il tipo di servizio, perché alcuni cittadini che fanno in autonomia dei piccoli lavori di manutenzione della propria auto, come mettere una nuova batteria o cambiare l’olio, prima non sapevano dove buttare l’usato L’obiettivo di Eco è anche contrastare il fenomeno dell’abbandono di certe sostanze nelle discariche abusive».

Come mai allora ci sono persone che si lamentano del servizio? 

«L’unico problema che sta venendo alla luce dipende dalla normativa nazionale, che impedisce ai furgoni di proprietà aziendale di entrare nei centri di raccolta rifiuti di questo tipo. Una legge che ha una sua motivazione, in quanto è nata per impedire il traffico illecito di rifiuti. Quindi tutti gli accessi sono registrati, e, per un discorso di tracciabilità dei rifiuti, vengono controllati a livello nazionale».

E per quanto riguarda la differenziata? I cittadini si avvalgono anche della piattaforma Eco oppure aspettano il ritiro porta a porta nei giorni prestabiliti? 

«All’esterno di Eco ci sono le bocche dove conferire i rifiuti differenziati in orario di chiusura. Ebbene al mattino gli operatori quando arrivano a vuotarle le trovano sempre piene e con i rifiuti differenziati correttamente. Noi come amministrazione comunale riteniamo che la differenziazione e lo smaltimento corretti dipendano soprattutto da una questione culturale. Comunque, per mostrare ai residenti che si tiene conto della loro volontà di comportarsi da buoni cittadini, dalla fine di luglio partirà la raccolta punti incentivante. Il sistema infatti prevede un servizio gestito in modo informatico, che darà dei punti per ogni conferimento di rifiuti ingombranti. A fine anno questi punti saranno convertiti in sconto, fino a un massimo di 40 euro, sulla cartella della tassa sui rifiuti. Ognuno, chi più chi meno, avrà quindi un piccolo risparmio. Siamo i primi a Pistoia a fare questa agevolazione, considerando che bolletta non è stata più aumentata dal 2013, anzi, da allora ha subito una piccola riduzione».

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it