Estate: tempo di bilance

Estate: tempo di bilance

di Serena Michelozzi

giugno 2018

L’avvicinarsi dell’estate, come si sa, è sempre tempo di bilanci… o meglio, di bilance. Noi giovanissimi, chi più chi meno – e soprattutto il gentil sesso – non ci possiamo di certo permettere di essere fuori forma. Vigono regole ferree: fisico tonico, asciutto ed abbronzato. E quindi via alla corsa ai centri estetici muniti di lettini e di doccia in grado di farci essere già un po’ abbronzati prima di stenderci in spiaggia, ma soprattutto via libera alle diete più strambe e veloci che ci diano la certezza che quei chili in più verranno persi.

Navigando in rete si possono ormai trovare tantissime tipologie di diete che promettono risultati sorprendenti, ma molte di esse possono risultare nocive per il nostro corpo. Tra le diete più strane e tendenzialmente pericolose, che, pur essendo diventate molto celebri (solitamente partono dai vip e le star ne fanno una moda), sono sconsigliate dai dietologi, vi sono ad esempio la dieta dell’omogeneizzato e quella del sonno. La prima prevede di nutrirsi per qualche settimana di soli omogeneizzati, dato che una confezione di omogeneizzato contiene al massimo 150 calorie. La seconda, come si può immaginare, fonda la propria base sul dormire il più possibile, sia di notte che di giorno, per evitare di bere e mangiare, anche utilizzando farmaci ed arrivando ad abusarne. Un’altra tipologia di dieta, veramente disgustosa, è poi quella della tenia (il c.d. verme solitario): ingerendo questo parassita sotto forma di larva o uova, esso, nello stomaco, va a digerire al posto nostro tutto quello che mangiamo. Una novità tutta americana, è la dieta del dolore che consiste nell’impiantarsi chirurgicamente una toppa sulla lingua, un patch che provoca dolore ogni volta che si cerca di ingerire del cibo solido: una sorta di dieta liquida che promette di riuscire a perdere fino a 15 kg in un mese.

Questo è solo un piccolo elenco curioso e divertente di diete inverosimili che ogni tanto vanno di moda. Magari possono anche funzionare e portare al raggiungimento dei risultati sperati, ma senza dubbio hanno forti ripercussioni negative sul fisico e sulla salute… e non serve di certo un medico per capirlo! Per chi ha il bisogno e la voglia di rimettersi in forma e di perdere qualche chiletto di troppo vigono senza dubbio le regole tradizionali: alimentazione sana ed equilibrata, bere molta acqua e tanto esercizio fisico (la bella stagione ci permette di fare lunghe camminate nelle nostre ridenti, sinuose e verdeggianti colline toscane!).

Il motore che ci permette di bruciare più o meno velocemente i grassi del nostro corpo è il Sig. Metabolismo, ossia colui che regola la velocità con la quale l’organismo brucia le calorie al fine di trasformarle in energia. Per dimagrire in modo sano il trucco sta quindi nel cercare di accelerare il metabolismo, che in chi ha una certa età o svolge una vita sedentaria è ovviamente un po’ più lento e pigro. Per risvegliarlo è utile svolgere un’attività fisica costante: più facciamo movimento e tanto più aumenta la velocità del consumo calorico. Ci sono anche dei cibi che bruciano naturalmente i grassi ed aiutano l’accelerazione del metabolismo, come ad esempio le proteine, e dunque la carne, i cibi piccanti, il tè verde, il caffè, gli agrumi, le mele, le pere e la frutta secca come le noci.

Dunque, “Sì” a diete consigliate dal proprio nutrizionista o dietologo di fiducia, “Sì” alle classiche regole sane e tradizionali per dimagrire, “No” alle diete “fai da te” e molta forza di volontà perché l’estate è praticamente dietro l’angolo!

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it