I brevi di Noidiqua

I brevi di Noidiqua

di Redazione

marzo 2015

Ndq-logo

Qualcosa si muove finalmente per la passerella pedonale sul fosso Quadrelli, da tempo richiesta da cittadini e comitati anche in seguito agli incidenti mortali che proprio qui si sono verificati. Si è svolto infatti a gennaio un sopralluogo decisivo alla presenza del vicesindaco Gabriele Romiti e dei tecnici di Publiacqua e Toscana Energia per fare il punto sui prossimi lavori. “L’obiettivo dell’incontro di Olmi” si legge in una nota del Comune di Quarrata “era quello di concordare modi e tempi per lo spostamento delle rete esistenti, in modo da consentire i lavori per la realizzazione della passerella. Con questo sopralluogo ci si avvicina alla fase operativa per la realizzazione dell’opera da parte della Provincia, da tempo attesa nelle frazioni di Olmi e Vignole. In seguito alla dislocazione delle reti esistenti i lavori per la realizzazione della passerella saranno avviati presumibilmente nel mese di aprile”. Completata l’opera dei bypass Publiacqua e Toscana Energia nelle scorse settimane, ora si aspetta che la bella stagione consenta il via più atteso, quello alla realizzazione della passerella stessa. «Con questo intervento,» ha commentato Romiti «l’amministrazione di Quarrata e la Provincia daranno una risposta alla messa in sicurezza dei pedoni sul tratto di via IV Novembre a Olmi. Ci siamo chiariti con i tecnici di Publiacqua e Toscana Energia definendo tutti i dettagli e trovando una soluzione. Prima i loro lavori sulle reti esistenti, poi quelli che spettano a noi».

E’ arrivato terzo, sul podio dei baristi e dei torrefattori del mondo. Si è conclusa così per Sandro Bonacchi, 37 anni, titolare dell’Oriental Caffè di via Statale a Olmi, l’avventura alla seconda edizione del talent show “Barista & Farmer” dedicato alla promozione e alla cultura del caffè di eccellenzaVolato lo scorso febbraio in Honduras insieme a un gruppo di altri nove concorrenti provenienti da mezzo mondo: Russia, Francia, Colombia, più altri due italiani, una di Macerata e uno di Latina. Bonacchi per dieci giorni ha provato l’esperienza di vivere come i produttori di caffè nei Paese di origine, in questo caso nelle famose piantagioni dell’Honduras, e ha frequentato anche “un’accademia” del prodotto. Ripresi 24 ore su 24, i servizi sono stati trasmessi in diretta streaming su baristafarmer.com mentre dell’intera edizione sarà poi realizzato un documentario che mostrerà “un nuovo modo di concepire il mondo del caffè”. Il format è ideato da Francesco Sanapo, pluripremiato campione del bar, in collaborazione con Rimini Fiera e SIGep-Salone internazionale gelateria pasticceria e panificazione artigianale, e con il patrocinio della Speciality coffee association of europe (Scae).

“Nel freddo febbraio 2009 si chiuse per sempre il sipario sulla scena della vita di mio padre. Adesso io vorrei ancora qualche applauso per quanto di buono ha fatto”. Chiede ancora un riflettore acceso su suo del padre, Vivaldo Matteoni, scomparso il 9 febbraio di sei anni fa, mai dimenticato in verità dalla comunità quarratina, di cui è stato indiscusso protagonista nonché anima del teatro cittadino. Così Elisabetta Matteoni ha voluto pubblicare in un sito web molti dei contributi che raccontano il padre, raccolti durante gli anni della sua intensa attività (www.vivaldomatteoni.it)Ideatore del concorso di poesia Città di Quarrata, fondatore del gruppo culturale e presidente della Filarmonica Verdi, Matteoni era “uomo di grande generosità” come lo ricordava il nostro caro Giancarlo Zampini.“Se tanti quarratini hanno apprezzato Pirandello e Molier, Quasimodo, Ungaretti, Carducci e molti altri, il merito è tutto suo”“Adesso è arrivato il momento di condividere con coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato e anche con coloro che si avvicinano a mio padre per la prima volta” scrive la figlia Elisabetta “sicura che percepiranno in lui l’amore per la poesia e la prosa, il filo conduttore di tutta la sua vita”.

Sabato 18 Aprile, alla Casa di Zela, nell’Area Naturale Protetta La Querciola, si terrà “Il giorno del pomodoro”.  Nell’aia, nel fienile e nei campi del museo della Casa di Zela, si potranno condividere idee e pratiche relative al pomodoro e ai suoi derivati. Il programma inizia alle 10 con un incontro sul libro Tomato Day, il rituale della conserva di pomodori (Franco Angeli Editore 2012) con l’intervento dell’autrice Lia Giancristofaro e del professor Pietro Clemente dell’Università di Firenze. Seguirà, alle ore 11, A ognuno la sua passata, un laboratorio di autoproduzione della salsa al pomodoro in collaborazione con la Fattoria didattica di Baugiano e con le informazioni di Stefania Vezzosi, nutrizionista dell’Asl di Pistoia. Alle ore 12,30 Il desinare nella serra a base di piatti al pomodoro preparati dal circolo Arci Parco Verde (12 euro con prenotazione): 338 2792423).Dopo il desinare, alle ore 15, la discussione Al mercato delle idee con Olga Agostini, Barbara Pastore, Vincenzo Ferrante, Gianfranco Molteni che dibattono con Paolo De Simonis delle altre facce del pomodoro. Alle ore 17 la merenda, con la pizza dei fornai di Quarrata. Per tutta la giornata si terranno altre iniziative come Nell’orto con l’obiettivo, Fotografie di una cura e una mostra tratta dalla collezione del museo dal titolo Da Appert al Pop. Il fascino della scatola di pomodoro. Per i bambini ci saranno bolle di sapone e altri intrattenimenti.  Saranno presenti alla giornata la Regione Puglia, con il progetto di certificazione etica del pomodoro, l’Associazione Libera e Stefania Corrocher.

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it