La Casa della salute

La Casa della salute

di Daniela Gori. Foto: Marcello Biancalani

settembre 2018

Finalmente anche a Quarrata è in funzione e del tutto operativa la nuovissima Casa della salute. Attesa da tempo, la struttura dal 6 settembre 2018 sostituisce del tutto e con gli stessi orari il presidio di via Marco Polo, ormai chiuso. La nuova sede ha nuovi numeri di telefono (0573 352028 – 352029) sui quali saranno deviati, per un periodo, anche i vecchi numeri di telefono del Cup. La Casa della salute di Quarrata, in via Montalbano, nei locali della ex mostra di mobili dei fratelli Gemignani “Casa Selezione”, è la decima della provincia di Pistoia ed è costata alla Azienda sanitaria 1milione e 700mila euro, comprensivi dell’acquisto dell’immobile, delle dotazioni informatiche e degli arredi. L’edificio si sviluppa su quasi mille metri quadrati tra piano terra e primo piano, e all’interno ci sono ben sette aree: amministrativa, punto prelievi, coordinamento, materno infantile, ambulatoriale, di assistenza sociale e della cronicità.

Vediamole nel dettaglio: al piano terra la parte amministrativa, con gli sportelli polifunzionali del Cup, come prenotazioni, esenzioni e scelta del medico. Attigui sono il punto prelievo, gli ambulatori oculistico, logopedico, quello per le certificazioni medico legali e l’area dedicata al coordinamento sanitario e infermieristico. Al primo piano invece si trova l’altra area ambulatoriale, a cui si accede anche tramite ascensore, con le specialistiche di geriatria, ginecologia, psichiatria, urologia e dermatologia. Accanto è situata l’area materno infantile con tutti i servizi di ostetricia e ginecologia dedicati alle donne, alle neomamme e ai bambini; oltre a questo vi è l’area dell’assistenza sociale. Una serie di ambulatori poi sono adibiti all’area della cronicità, per l’assistenza ai pazienti affetti per esempio da diabete, o scompenso cardiaco. La struttura è dotata di un’ampia sala riunioni, utilizzabile per convegni, incontri con la cittadinanza, riunioni tra medici, e messa a disposizione delle associazioni di volontariato locali. Sei i medici che hanno intanto stabilito il loro ambulatorio all’interno della casa della salute: Sabrina Sergio Gori che è anche coordinatrice dell’area funzionale territoriale, Roberto Torselli, Giampaolo Felici, Giacomo Lunardi, e Leandro Daddi e la pediatra Giovanna Diana. Manca tuttavia ancora la presenza della guardia medica. I vari locali sono stati abbelliti da opere donate da artisti del territorio, e dalle piante donate dall’azienda Vannucci. All’esterno, è disponibile un parcheggio per 29 posti auto, inoltre è stata prevista una fermata dell’autobus davanti all’edificio, ed è stato installato un semaforo a chiamata per l’attraversamento pedonale di via Montalbano. Tanta la soddisfazione espressa dalle autorità durante l’inaugurazione, nella mattinata di venerdì 7 settembre.

Tra i presenti, oltre al sindaco Marco Mazzanti, agli assessori e ai consiglieri comunali, il direttore del dipartimento rete sanitaria territoriale Daniele Mannelli, la presidente della società della salute pistoiese Anna Maria Celesti, gli assessori della Regione Toscana Stefania Saccardi e Federica Fratoni, alcuni membri della Regione Toscana e gli onorevoli Caterina Bini e Patrizio La Pietra. «Oggi è una giornata speciale, perché la nostra Quarrata, che negli anni è cresciuta come popolazione, ha fatto un salto di qualità e può finalmente avere servizi adeguati nell’ambito della salute, che rispondano ai bisogni degli oltre 26mila cittadini» ha dichiarato il sindaco Mazzanti. Al momento del taglio del nastro, anche il vescovo monsignor Fausto Tardelli ha dato la benedizione ai locali. «La casa della salute risponde alla tipologia del modello standard con tutti i servizi e i percorsi diagnostici e terapeutici» ha sottolineato Daniele Mannelli direttore del dipartimento di rete sanitaria territoriale «un salto di qualità notevole nell’assistenza e anche per gli operatori che dispongono di nuove attrezzature».

Tutta la riqualificazione dell’ex edificio adibito a mostra di mobili, la cui costruzione risaliva a prima del ’73, è stata fatta in cemento armato, e con materiali ed impianti rispondenti alla normativa antisismica, con certificazione energetica A2 e dotata di impianto di aria condizionata. Sono stati previsti gli accessi per le persone disabili, le guide a terra per ipovedenti, e all’interno i piani sono collegati dall’ascensore. «Nella società moderna il punto di riferimento della salute non deve essere considerato l’ospedale» ha spiegato Anna Maria Celesti «ma sempre più i servizi territoriali che devono rispondere alle esigenze dei cittadini, a partire dalla prevenzione, fino a tutte le altre forme di assistenza».

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it