Anmil: tutte le novità

Anmil: tutte le novità

di Daniela Gori

dicembre 2022

Malattie professionali e tutela dal rischio chimico e sostanze cancerogene: è sempre più significativo l’impegno sul territorio quarratino di Daniele Manetti. In qualità di componente della commissione nazionale per amianto e tumori di Anmil (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro) e responsabile della commissione Pistoia malattie professionali e rischio chimico, Manetti è uno dei firmatari dell’accordo di collaborazione con la Regione Toscana. 

«Uno dei risultati più importanti è che per questi problemi adesso i due assessorati alla salute e all’ambiente della Regione Toscana hanno iniziato a lavorare in sinergia, in modo tale che i loro tecnici possano mettere in condivisione i dati delle ricerche. Inoltre con la delibera regionale 735/2022 sono stati stanziati 360mila euro, da destinare a favore dei Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende sanitarie locali» ha affermato Manetti. La sua battaglia è iniziata nel 2003, dopo essersi ammalato all’apparato respiratorio di asbestosi, causata da motivi professionali. Da allora si è sempre dato da fare per aiutare gli altri lavoratori e soprattutto nell’informarli sulle procedure da seguire per curarsi e per far valere il proprio diritto alla salute. A Quarrata, malgrado la sede di Anmil di via Pistoia sia stata chiusa e attualmente l’associazione sia alla ricerca di una nuova collocazione, Manetti e altri volontari sono un punto di riferimento per aiutare i lavoratori che si sono ammalati sul lavoro a preparare la documentazione e inviarla agli enti di competenza, in collaborazione con ISPRO, Inail e i responsabili della salute nei luoghi di lavoro della Regione. L’Inail tra l’altro ha recentemente formulato nuovi metodi per riconoscere le malattie professionali, come i manuali operativi da compilare a cura dei lavoratori per il sistema di monitoraggio delle neoplasie a bassa frazione eziologica e quello per la sorveglianza epidemiologica dei tumori naso-sinusali. «Per noi volontari di Anmil si tratta principalmente di mettere al corrente i lavoratori che sono a contatto quotidianamente con sostanze potenzialmente cancerogene di quali passaggi devono fare per tutelare la loro salute» spiega Daniele Manetti «vorrei sottolineare che non c’è solo l’amianto come sostanza pericolosa, ma per esempio qui a Quarrata la lavorazione del legno produce polveri che se vengono inalate sono dannosissime per le alte vie respiratorie. Allo stesso modo è rischioso respirare sostanze chimiche, che possono essere utilizzate sia nel settore del mobile che in quello florovivaistico». Un servizio a titolo volontario e gratuito, che è riconosciuto anche dall’amministrazione comunale. 

Dopo l’incontro con Daniele Manetti, l’ing. Giovanna Bianco e la Dott.ssa Vincenza Gian Cristiano la Commissione tecnica MP Anmil regionale, all’interno del Settembre Quarratino, al quale avevano partecipato anche il sindaco Gabriele Romiti e l’assessore Tommaso Scarnato, il primo cittadino si è espresso con gratitudine nei confronti delle iniziative organizzate sul territorio dai volontari contro amianto, sostanze cancerogene e polveri fini. «Ribadiamo la piena vicinanza dell’amministrazione comunale alla battaglia contro l’amianto, le sostanze cancerogene e le polveri fini che ANMIL conduce con dedizione e cura per la tutela della salute di lavoratori e lavoratrici» aveva confermato Romiti. «La tutela a 360° dall’amianto, dalle sostanze cancerogene e dalle alte concentrazioni di polveri fini sono una priorità su cui continueremo a supportare la Commissione Tecnica Anmil Regionale, Commissione che ringraziamo per il lavoro svolto e con la quale vogliamo collaborare per creare una consapevolezza diffusa dei rischi legati a questi agenti nocivi, così come delle cause e delle possibilità di cura e prevenzione delle malattie professionali ad essi collegate».

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it