Lie Land – sfumature d’amore e di Rock

Lie Land – sfumature d’amore e di Rock

di David Colzi. Ph: Foto Olympia

dicembre 2021

C’è una nuova band in città, il suo nome è Lie Land. Nata in piena pandemia, a cavallo tra il 2020 e il 2021, si è già fatta notare proponendo unicamente prezzi propri; il video ufficiale del loro primo singolo, “Heart Hacker”, pubblicato su YouTube il 15 ottobre, ha già più di 3600 visualizzazioni, mentre il secondo, dal titolo “Cry”, uscito il 16 novembre, ne ha già oltre 2000. Non male se si pensa che sono brani inediti di una band alla prima esperienza. 

La formazione è composta da: Marta Giurintano – voce, Jacopo Scannadinari – chitarra principale, Stefano di Paola – chitarra ritmica, Andrea Grassi – basso e Federico Bianciardi – batterista. A parte la cantante e il bassista, gli altri musicisti sono di Quarrata. Il gruppo si sta facendo notare anche grazie a Gabriele Bellini, che non appena ha sentito le prime registrazioni demo ha subito creduto nel progetto. Così, dopo aver testato la qualità della band dal vivo, ha preso sotto la sua ala questo quintetto di ragazzi poco più che ventenni e li sta guidando nel mondo del professionismo musicale, in veste di produttore artistico, arrangiatore e discografico per l’etichetta indipendente Qua’Rock Records, gestita assieme all’insostituibile Giacomo “Jac” Salani. Ed è grazie ad un team di professionisti, coordinato da Bellini, che si deve la realizzazione del video “Heart Hacker”, girato in esterno presso il River Pub di Quarrata, e quello di “Cry”, girato in interno all’“Eurogiochi Baraonda” di Agliana. 

Cercando di trasformare la passione in qualcosa di più, i Lie Land si preparano adesso a realizzare un EP che uscirà a gennaio 2022, con 5 pezzi inediti. Ma ancor prima verrà realizzato un terzo singolo con relativo video, che unito agli altri due, formerà una sorta di concept, un trittico dedicato all’amore in tutte le sue sfumature: “Shade of love” appunto. Che sia felice, tragico o visto in terza persona, questo sentimento viene dunque analizzato e cantato, rigorosamente in inglese. 

Conoscendo meglio questi ragazzi, notiamo subito l’assoluta eterogeneità dei loro percorsi musicali: c’è chi arriva dal Blues, chi dal Rock, chi dal Metal. E, come di spiegano loro, tutto questo magma di suoni e suggestioni si riversa durante la fase creativa (perché compongono rigorosamente insieme in sala prove). Per loro resta quindi difficile definire il genere a cui appartengono e, ci dicono, nei pezzi che seguiranno, il caleidoscopio di suoni aumenterà e i generi verranno ancora più mescolati, come in una sorta di Jam continua. Ascoltarsi e ascoltare di tutto, sembra essere il loro motto. L’unica certezza è che si racconteranno sempre in versi e musica con assoluta sincerità, a dispetto del loro nome, che tradotto significa: “terra della menzogna”. 

Certamente un passaggio fondamentale per consolidare il suono della band saranno i live, che per adesso sono stati pochi a causa dell’emergenza sanitaria. I ragazzi scalpitano per salire sul palco, perché le rare serate sono state esperienze molto positive, con un’ottima risposta da parte del pubblico. Insomma pare proprio che il sound dei Lie Land piaccia, sebbene loro si sentano ancora “studenti” con addosso tanta voglia di migliorare e imparare. 

Come avrete capito il gruppo è in continua ebollizione, perciò è probabile che quando leggerete questo pezzo, ci saranno novità che noi ancora non sappiamo, quindi non vi resta che seguirli sui loro profili social, facebook e instagram, oppure sul loro canale YouTube. Sembra proprio che ne sentiremo ancora parlare dei Lie Land… e questa non è una bugia!

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it