il nuovo traffico di via Roma

il nuovo traffico di via Roma

di Daniela Gori

giugno 2021

A Quarrata negli ultimi anni sono stati fatti vari lavori di riqualificazione urbana, che hanno contribuito a migliorare, per certi aspetti, la vivibilità della città e il traffico stradale. L’abbattimento del vecchio cinema Moderno, solo per fare un esempio, ha portato alla nascita di un nuovo spazio verde apprezzato e frequentatissimo da mamme e bambini. Ma, come sempre avviene quando ci sono dei cambiamenti, non tutti sono pronti ad accettare le nuove situazioni, soprattutto quando si è direttamente coinvolti per più motivi. Affezionati all’aspetto che storicamente aveva contraddistinto la città, legati dai ricordi, dispiaciuti per scelte che hanno sacrificato elementi naturali come alberi e piante, ci sono cittadini che, per esempio, non riescono a digerire l’ultima trasformazione, ormai di cinque anni fa, di piazza della Vittoria. 

All’origine delle critiche pare che ci siano però motivi solo in parte legati a fattori estetici. Soprattutto quello che viene biasimato è il cambiamento della viabilità su via Roma che coinvolge direttamente la vita dei residenti nella zona. La nuova sistemazione della piazza del Comune ha notevolmente aumentato il traffico, con il conseguente maggiore inquinamento atmosferico e l’aumento dei rumori al di sopra dei livelli di guardia, fattore che è stato evidenziato perfino da un controllo tecnico di Legambiente Quarrata. Il traffico infatti fluisce e defluisce in via Roma dalle frazioni collinari e da via Vecchia Fiorentina e rispetto a prima, quando la strada in questione era a senso unico, in particolari momenti della giornata transitano molti più mezzi, come sostengono i residenti. C’è anche chi ha provato a contare le auto che passano, e a quanto pare nei momenti di punta arriverebbero addirittura a circa cento/centoventi ogni 5 minuti. 

«Le piante che adornavano la piazza e che avrebbero dato respiro alla zona in parte sono state tagliate e il cedro del Libano è stato fatto seccare, non so se per l’incompetenza di chi ha curato i lavori» azzarda la signora Assunta Colligiani che abita proprio davanti alla piazza; «riconosco che il giudizio estetico sulla piazza dipende da un fattore soggettivo e proprio per questo esprimo il mio parere che purtroppo è negativo. Il cedro che campeggia nel mezzo della piazza è ridotto ora a uno scheletrito intreccio di rami e il suo aspetto non aiuta certo a rendere meno anonima la facciata del Palazzo Comunale. Temo che quella che doveva essere la riqualificazione della piazza, abbia finito per portare a un peggioramento. La piazza che avrebbe dovuto essere arricchita dal nuovo assetto, proprio a causa delle piante ha un aspetto spettrale. Perciò da un punto estetico non mi sembra affatto che ne abbia tratto vantaggio».

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it