Olmimotors – 50 anni di attività

Olmimotors – 50 anni di attività

di Daniela Gori

settembre 2020

La riuscita nel tempo e il senso di solida continuità dell’azienda Olmimotors, che quest’anno compie 50 anni di attività, è tutta concentrata in una vecchia fotografia: un bambino di 3 o 4 anni che accucciato davanti alla ruota di una macchina tenta di inserire la chiave a croce per allentare i bulloni, evidentemente nella convinzione di poter fare da solo un cambio di copertone. Quel bambino è David, oggi 48enne, figlio di Arturo Biagini, il fondatore della Olmimotors. «Fin da piccolo passava il tempo in officina con me. Io e mia moglie Carla dovevamo lavorare», dice Arturo, «io appunto in officina e lei nell’ufficio e come spesso succedeva nelle famiglie che hanno un’attività in proprio ce lo portavamo dietro, con un occhio al daffare e uno a guardare lui». E bisognava davvero guardarlo, David, perché appena giravi l’occhio ne combinava una: «Una volta, stavo facendo un lavoro su un motore, mi giro e te lo vedo con la vernice che stava pitturando la carrozzeria di una macchina», racconta Arturo, «mi misi le mani nei capelli… era un bel guaio e ci vollero giorni e olio di gomito per ripulirla tutta». E così tra una marachella e l’altra (perfino una volta lo ritrovarono tutto sporco da capo a piedi di olio da motori), il piccolo David è cresciuto, ha studiato, si è diplomato all’Itis, ma la meccanica e le mani dentro i motori hanno continuato a far parte della sua vita diventando il suo lavoro.

«E’ stato un passaggio naturale, una quindicina d’anni fa, quando sono andato in pensione, passare la ditta a lui e all’altra mia figlia, Susanna, che se la sbriga invece su tutto quello che faceva mia moglie in ufficio». Ed è questo il bello, quando si entra alla Olmimotors: vedere questa famiglia indaffarata, con i due fratelli che l’uno dall’officina, l’altra dalla scrivania, si occupano di tutto quello che c’è da fare in una ditta che è diventata punto di riferimento per il marchio Volkswagen nel territorio. Ad aiutarli, oltre a tre dipendenti, c’è sempre babbo Arturo, che non riesce a stare con le mani in mano e supervisiona tutto. «Spesso discutiamo», racconta David, «perché lui vede ancora certi lavori alla vecchia maniera, mentre ormai ci sono stati tanti cambiamenti nella meccanica delle macchine, con l’introduzione dell’elettronica per esempio. Però bisogna ammettere che è comunque importante poter contare anche sul parere di chi ha tanta esperienza come lui»

Un’esperienza accumulata negli anni, a partire da quando, dopo aver lavorato in un’officina come apprendista, Arturo decise di mettersi in proprio. Era il 1970, ma già dopo un anno con tanta fatica e sacrifici insieme alla moglie, decise di ingrandirsi, per avere una sede più adeguata per la ditta che stava ingranando bene. Così fece costruire la nuova sede, dove tutt’ora si trova la Olmimotors, in via IV novembre, che non solo si occupa di autoriparazioni e manutenzione, ma è anche un autosalone per la vendita delle Volkswagen e serve una clientela proveniente da tutta la piana. Oggi che l’azienda ha raggiunto il traguardo dei 50 anni, Arturo e Carla si soffermano qualche volta a riguardare quella vecchia foto, ripensando forse con un po’ di nostalgia al tempo che è volato, ma poi tornano subito con lo sguardo al presente, ripagati dalla soddisfazione di aver consegnato nelle mani dei figli ciò che di solido e importante sono riusciti a realizzare.

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it