Le panchine dell’Avis

Le panchine dell’Avis

di Daniela Gori

settembre 2022

Sempre presente sul territorio, Avis Quarrata ha deciso quest’anno di donare delle panchine cosiddette “inclusive”. 

La prima, posta in piazza della Vittoria di fronte al Comune, è stata già inaugurata in collaborazione con l’amministrazione comunale nel mese di luglio. Le panchine, in metallo nei colori sociali di Avis blu e rosso, sono state realizzate da un donatore di sangue quarratino, Daniele Drovandi. Con le parole Avis Quarrata per i suoi 60 anni ha deciso di donare questa panchina alla città e a tutti i suoi cittadini. Perché non c’è vera comunità senza inclusione” incise sulla targhetta affissa alla seduta, l’associazione ha voluto far presente a tutti le finalità di questa donazione, e allo stesso tempo ricordare a tutti il motivo per cui è importante l’esistenza di questa organizzazione sul territorio: la promozione della solidarietà, della cittadinanza attiva e degli stili di vita sani e corretti, che si realizzano anche attraverso la donazione di sangue e plasma. Le panchine avrebbero dovuto essere installate lo scorso anno, quando l’associazione ha festeggiato il sessantesimo anno di attività, ma per motivi indipendenti dalla volontà di Avis e del Comune, non era stato ancora possibile procedere alla loro posa. «Le panchine sono inclusive perché hanno al centro uno spazio libero, nel quale può essere inserita una sedia a rotelle in modo che anche i disabili possano avere la stessa opportunità di stare seduti in mezzo agli altri, eventualmente accanto al caregiver che si occupa di loro» ha spiegato Paolo Fabbri, presidente di Avis Quarrata «poi se dovessimo tornare a dover evitare gli assembramenti per la pandemia, possono garantire il distanziamento tra le sedute. Si tratta di un modello che avevamo visto in giro e reinterpretato localmente»

Un modo dunque per l’organizzazione senza scopo di lucro, di tener fede all’impegno stabilito nel suo Statuto e al contempo di promuovere le donazioni di sangue intero, plasma, piastrine ed eritrociti in forma gratuita, periodica e anonima. «Purtroppo il trend della raccolta di sangue negli ultimi anni è negativo già a livello generale, e in Toscana Avis rappresenta circa il 50 % delle donazioni» prosegue Fabbri. «A metà anno 2022 presentava un calo del 6,3% rispetto al 2021. Anche Quarrata è in linea con questo andamento. Per questo era stata inviata una lettera ai nostri donatori per esortarli. Sappiamo che le riserve di tutti i gruppi sanguigni sono in sofferenza. Per il Covid negli ultimi due anni sono stati limitati gli interventi operatori programmati differibili. Ora invece alcuni interventi vengono di nuovo rimandati per perché c’è carenza di sangue»

Social Network

facebook

 
Help & FAQ

Se ti occorre aiuto consulta le "domande frequenti (FAQ)"
Frequently Asked Questions (FAQ) »

Contatti

Telefono: + 0573.700063
Fax: + 0573.718216
Email: redazione@noidiqua.it